Petizione per il cambiamento e il rispetto per gli animali randagi in Francia



All’attenzione del Signor  Stéphane Le Foll, Ministro dell’agricultura



Vi chiediamo di agire per il benessere degli animali erranti, abbandonati, o persi :


  1. Chiedendo che gli animali che sono al deposito comunale, non siano sottoposti all’eutanasia illegalmenet, senza avviso scritto di un veterinario, che ne constati la necessità ;

  2. Modificando il codice rurale per permettere al responsabile del deposito comunale di cedere gli animali a delle fondazioni di protezione animale, anche se non dispongono di un rifugio ;

  3. Verificando che i depositi comunali rispettino il benessere degli animali, e che siano gestiti in maniera che gli animali che vi si trovano, restino in buona salute.



petition
Si può firmare la petizione qui:


_______________________________________________________________________________________________________


Perché questa petizione ?


La
Francia attrae milioni di turisti con i suoi bellissimi paesaggi, la sua famosa e raffinata cucina e la sua affascinante cultura. Ma sa davvero il turista come questa civiltà dell'Europa centrale tratta i suoi animali? Spesso no.

E
allo stesso modo, è la protezione e il benessere degli animali randagi che funziona male in Francia. Cani e gatti si riproduco senza controllo su entrambe le aree, urbane e rurali. Non esistono regolamenti in materia di allevamento degli animali di compagnia. Risultato: ce ne sono troppi.

Tatuaggio o microchip di cani e gatti sono obbligatori, ma non ci sono molti proprietari che lo fanno. Perché si dovrebbe? Costa dei soldi, ma la possibilità che il vostro gatto non tornerà perché è travoltoda un’auto, o ucciso dai cacciatori, è grande. E se l'onere di avere un cane giovane, troppo grande e ti piace il modo in cui si vorrebbe portare a un asilo, si punta a una porta chiusa. Cosa si può fare in modo diverso rispetto il vostro animale in qualsiasi parte del paese a lasciare con la speranza che qualcuno lo trova. Senza microchip o tatuaggio nessuno può sapere che tu sei il proprietario.

Animali abbandonati o persi vanno a finire in uno dei 500 rifugi comunali. In Francia li chiamano "Fourrieres", dei depositi!. Queste "fourrières" sono di solito in uno stato pietoso. Le gabbie non vengono pulite ogni giorno, gli animali non sono protetti da calore estremo o dal gelo, le gabbie sono spesso in triste stato, e gli animali, per tutta la durata del loro soggiorno, ricevono poca attenzione. Immagini di una "Fourrière" sono in un breve video che potete trovare in fondo a questa pagina.

Dopo un periodo legale di 8 giorni, l'animale può essere trasferito ad un organismo di protezione degli animali, per essere reintegrato. Ma solo a quelle organizzazioni con un rifugio ufficialmente riconosciuto. E questi sono spesso sovraffollati. Così saranno molti i comuni che ricorrono sistematicamente all'eutanasia.

Si stima che circa 50.000 animali ogni anno vengono messi a dormire, non importa se sono giovani e sani, amorevoli e affettuosi. Questo mentre la legge stabilisce chiaramente che un animale può essere messo a dormire solo se c'è un motivo legittimo, come la cattiva salute o un difficile e pericoloso comportamento e solo il consiglio di un veterinario qualificato, puo decidere dell’eutanasia.

50.000 capi all'anno, molto! Si tratta di un argomento difficile per molti politici, un argomento di cui si preferisce non parlare perché é un tabù. E come tutte le organizzazioni di protezione degli animali sono, molte persone spesso non osano fare molto, per paura che gli animali eventualmente soffrire.

Noi, dell’Associazione, NALA 85480, vogliamo rompere questo tabù. Siamo una giovane fondazione, nella Francia occidentale, che è impegnata nella protezione e il benessere degli animali. Aiutate noi e gli animali randagi e abbandonati di Francia a convincere il Ministro che é davvero il momento di cambiare.

Mitten (il gatto) e Tara (il cane) prese vita dal rifugio e con l'aiuto della nostra fondazione ha trovato un nuovo proprietario.



Visualizzare le immagini di un asilo in Francia


Per saperne di più su come la Francia si occupa di randagi, si prega di visitare il sito:

Stray Animal Rights Society.

Make a Free Website with Yola.